Attualità CE

Caserta, commerciante trascina in tribunale Comune ed Italgas

Una maxi bolletta da 1500 euro per il servizio depurazione e servizio fogna. E’ quella che si è visto recapitare un commerciante casertano che ha impugnato la fattura e citato in giudizio l’Italgas Acqua, il Comune di Caserta e la Regione.

Secondo l’esercente all’interno delle fatture ci sarebbero “gravi anomalie negli importi, costi e nei consumi addebitati per canoni di depurazione e fognatura”. Dopo l’iscrizione della causa dinanzi al Giudice di Pace è stata la stessa società a chiamare in causa il Comune di Caserta “quale Ente impositore e proprietario della rete idrica” e la Regione Campania “quale gestore dell’impianto di depurazione delle acque”.

Secondo la Italgas, Comune e Regione – in caso di accoglimento della richiesta dell’esercente – dovrebbero sollevare la società da conseguenze patrimoniali negative. Il segretario comunale Salvatore Massi ha conferito incarico legale all’avvocato Lidia Gallo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizio della pagina

Rilevato blocco annunci

Considera l'idea di supportarci disabilitando il blocco degli annunci