Economia

Area Vasta, i sindaci tornano a riunirsi e chiedono alla Regione di sbloccare i fondi dell’Agenda Digitale

I 45 sindaci dell’Area Vasta – o almeno una metà di essi – tornano a riunirsi attorno a un tavolo dopo oltre due anni (causa emergenza Covid-19) per discutere di programmazione e sviluppo. Come detto, in 25 hanno risposto all’appello del primo cittadino di Avellino Gianluca Festa riunendosi nella sala consiliare di Palazzo di Città.

L’obiettivo è agganciarsi al treno dei finanziamenti del Recovery fund e cogliere le sei missioni del Pnrr: digitalizzazione, transizione ecologica, mobilità sostenibile, istruzione, salute e inclusione. A fare da “fratello maggiore” il comune capoluogo: “Siamo stati duramente fermati dalla pandemia ma ora dobbiamo ripartire guardando alle nuove progettualità – introduce Festa -. Occorre coordinare azioni per l’intero territorio e non guardare ognuno al suo. L’Area Vasta ci può far fare quel salto di qualità indispensabile per lo sviluppo dell’Irpinia”.

Tra gli interventi anche quello dell’assessore all’urbanistica Emma Buondonno: “Il ruolo che dobbiamo darci è la relazione con le altre aree della provincia per trainare un’idea di connessione con gli altri poli come Ariano, l’Ufita e l’Alta Irpinia. Serve un’idea di mobilità sostenibile, migliorare il collegamento su ferro, quello su gomma e poi accelerare per banda larga e digitalizzazione”.

Al termine del summit è stata preparata una lettera con cui si chiede alla Regione di approvare il protocollo dell’Area Vasta fermo a Palazzo Santa Lucia da due anni e sbloccare il primo finanziamento da due milioni di euro per l’agenda digitale.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker