Cultura NANapoli

Al Pan di Napoli in mostra gli abbracci “Antivirus” di Mariella Ridda

Dal 3 al 16 settembre 2021, al Pan, in via dei Mille 60 a Napoli, l’Associazione Culturale Premio Elsa Morante onlus, in collaborazione con l’Assessorato all’Istruzione, Cultura e Turismo di Napoli e il Palazzo delle Arti, ha organizzato la mostra “Antivirus” che raccoglie opere, in particolare i celebri “abbracci”, della pittrice d’origine italiana e che vive a Berlino da trent’anni, Mariella Ridda. Si tratta di un’artista che espone, oltre che in Italia, in Germania, in Francia, in Austria, in Giappone. La mostra è a cura di Tiuna Notarbartolo.

Circa 40 tele di grandi e medie dimensioni che, con colori vitali rappresentano un tema originale e caratteristico che, fino a due anni fa, poteva apparire scontato: quello degli abbracci. Abbracci che la pittrice ritrae da circa un decennio. E che, visto le contingenze del nostro tempo, la Notarbartolo, come curatrice, ha raccolto in una esposizione che ha titolato “Antivirus” e che comprende anche le modernissime “grida” della Ridda, le splendide tele marine e gli abbaglianti vulcani.

Attraverso questa mostra d’arte, che è una precisa scelta culturale della Onlus intitolata a Elsa Morante, si è voluto, identificando un titolo, “Antivirus” appunto, raccontare anche a futura memoria, di quel momento incomprensibile e soffocante in cui gli abbracci furono vietati. Obblighi e divieti, fanno sempre riflettere sul senso profondo delle cose, sul posto meno evidente dove si annida la verità. Quelli della Ridda sono abbracci tra uomini e donne, tra donne e donne, donne e bambini, uomini e uomini, esseri umani e animali. Cosa passa in quegli abbracci? Amore, addii, ritrovamenti, conforto, amicizia, calore, unione, incontro, complicità, incanto, umanità.

Sono quadri che parlano senza parole, come il più arcaico e completo dei gesti, che “gridano” raggiungendo frequenze altre, quelle di chi sa percepire tutta la potenza e la bellezza dell’arte. Sono opere folgoranti e senza retorica, materiche, dall’impatto cromatico fortissimo. La mostra è visitabile ogni giorno dalle 9,30 alle 19,30.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizio della pagina

Rilevato blocco annunci

Considera l'idea di supportarci disabilitando il blocco degli annunci