Calcio SA

Tutti pazzi per Ribery. “Darò il massimo per salvare la Salernitana”

Per un giorno Salerno è di Frank Ribery. Ieri pomeriggio allo Stadio Arechi la Salernitana ha abbracciato i propri tifosi in occasione della presentazione ufficiale della Rosa 2021/2022 che può annoverare la stella francese, che ha deciso di sposare la causa granata e dare il proprio contributo al raggiungimento di un obiettivo storico: la permanenza in Serie A. Circa 10mila spettatori hanno affollato i gradoni dell’Arechi e dal tunnel a ridosso della Curva Sud hanno iniziato a sfilare prima staff tecnico e poi i calciatori.

Mancavano i convocati impegnati con le rispettive rappresentative nazionali (Strandberg – Norvegia, Belec – Slovenia, Ruggeri – Italia U20, Kechrida – Tunisia, Kastanos – Cipro, L. Coulibaly – Mali) ma tutti attendevano il colpo da 90 piazzato dalla Società. Ribery è stato l’ultimo ad uscire sul prato e per lui ovviamente l’ovazione più grande:

“Sono molto felice di essere qui – ha detto -. Darò il massimo per i tifosi e per la mia nuova squadra per dare il mio contributo e per raggiungere la salvezza”. Poi Ribery ha iniziato a palleggiare con un pallone dando sfoggio delle sue qualità tecniche ed infiammando ulteriormente una tifoseria già colma di passione.

Al Bayern Monaco, Ribery ha giocato per dodici stagioni vincendo ben nove campionati tedeschi. Al termine della stagione 2012-2013, che lo ha visto conquistare da protagonista un prestigioso treble (Bundesliga, Champions League e DFB Pokal), è stato nominato UEFA Best Player in Europe, davanti a Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, e miglior giocatore dell’anno ai Globe Soccer Awards.

Conta 81 presenze e 16 gol con la nazionale francese, con cui si è laureato vice-campione del mondo al mondiale del 2006. Con i Bleusha preso parte a due campionati del mondo(2006 e 2010) e a due campionati d’Europa(2008 e 2012).

A livello individuale, tra gli altri riconoscimenti, è stato nominato tre volte calciatore francese dell’anno (2007, 2008, 2013) e una volta calciatore tedesco dell’anno (2008).

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizio della pagina

Rilevato blocco annunci

Considera l'idea di supportarci disabilitando il blocco degli annunci