Cultura AV

Teatro semivuoto: “Avellino chiede scusa al maestro Piovani”

Teatro semivuoto, il flop del sindaco. “Avellino chiede scusa al maestro Piovani”. Ieri sera, per la prima del “Carlo Gesualdo” dopo l’anno e mezzo di covid, sul palco si è esibito il premio oscar Nicola Piovani che, con il suo pianoforte, si è esibito nello spettacolo “La musica è pericolosa”.

Purtroppo lo ha fatto in un teatro con 300 persone in sala, troppo poche a dire il vero. Una molteplicità di eventi ha causato il mezzo flop. Oltre la paura del virus che sembra tornare, hanno inciso la campagna di comunicazione pari a zero, una scelta davvero scellerata da parte del sindaco Gianluca Festa, e la campagna abbonamenti partita in ritardo, male e in sordina. Insomma, se il buongiorno si vede dal mattino, il primo cittadino farebbe bene a correre ai ripari.

Una grande fetta di avellinesi si è subito scagliata contro il sindaco Festa e questa sera, in coincidenza con la replica dello spettacolo, l’associazione Controvento, davanti al Gesualdo, ha chiesto scusa al maestro Piovani “per l’incapacita, l’approssimazione, il pressapochismo con cui è stato accolto. Ora aspettiamo che il sindaco chieda scusa alla città”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker