Eventi

Anche la “Napoletana” Anna Buonaiuto tra i premiati del Premio Sila

l premio Sila alla carriera quest’anno è stato attribuito ad Anna Bonaiuto, attrice teatrale e cinematografica, friulana di nascita, napoletana d’origine. “Una immensa artista che ci onorerà della sua presenza e che terrà una lectio magistralis dal titolo Alla ricerca dell’attore perduto, che immaginiamo dedicata alle difficoltà che il mondo del teatro (e della cultura in generale) sta affrontando in questo momento.

“E noi volevamo proprio questo – spiega Enzo Paolini, presidente della Fondazione Premio Sila – dare un segnale di vicinanza, di sostegno al mondo del teatro, del cinema, dell’arte e della cultura. Troppo poco è stato fatto per consentire che il patrimonio culturale italiano legato a questi ambiti cruciali non andasse perduto. Troppo tempo si è buttato, troppi posti di lavoro persi, troppe produzioni bruciate, interi progetti annullati, idee accantonate. Che peccato! Conteremo nei prossimi anni i danni che la pandemia, ma ancor più la gestione di questo particolare ambito, ha fatto e saranno danni non soltanto economici, perché la cultura dà da lavorare e da mangiare a tanti, ma soprattutto dà da sognare, pensare, riflettere a tutti. E allora il nostro premio è un premio alla persona, all’artista straordinaria, che da anni ci regala interpretazioni memorabili ma ha ancora tantissimo da dare a noi spettatori dal palco e sul set, è un premio all’attrice con all’attivo un David di Donatello e un Nastro d’Argento e tanti altri riconoscimenti, che ha lavorato con Luca Ronconi, Pupi Avati e Ferzan Ozpetek, Carlo Verdone e Paolo Sorrentino. Ma è anche un premio a un mondo che amiamo e che ci auguriamo possa rivivere un momento di splendore, dopo il buio che l’ha investito in questi 15 mesi assurdi e inaspettati. Il nostro Paese ha bisogno dei suoi artisti perché ci indichino una strada per superare questo momento difficile, solo l’arte e la cultura possono tirarci fuori da qui, dandoci la forza, la voglia, l’immaginazione per uscirne”. 

Anna Bonaiuto terrà la sua lectio magistralis giovedì 3 giugno alle 18 all’Arenella. Sempre all’Arenella si terrà anche la cerimonia di premiazione, venerdì 4 giugno alle 18, conduce la giornalista e scrittrice Ritanna Armeni. 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizio della pagina