Attualità CE

20 Orti sociali da assegnare per la Fattoria della Salute

Coltivare buoni prodotti mentre ci si diverte, si intessano relazioni umane e si ristabilisce il contatto con se stessi. È quanto si potrà fare e vivere all’interno della Fattoria sociale “Fuori di zucca” ad Aversa, nel parco della Ex Maddalena.La cooperativa sociale “Un Fiore per la vita”, che gestisce gli spazi, ha deciso di affidare 20 Orti Sociali di circa 50 metri quadrati ognuno. La possibilità è offerta nell’ambito della realizzazione del progetto “Fattoria della Salute A.S.S. (Agricoltura Sociale Sanitaria)” sostenuto da Fondazione “Con il Sud” e dal Fondo di Beneficenza di Intesa Sanpaolo, per anziani, famiglie e persone con disabilità.

L’obiettivo è l’inclusione delle persone fragili, favorire il recupero di un rapporto diretto e attivo con la terra, la natura e la trasmissione di conoscenze tecniche naturali di coltivazione e, vista la particolare localizzazione dell’Orto, promuovere e valorizzare delle diversità, evitando l’uso di concimi chimici di sintesi e di prodotti inquinanti (diserbanti, antiparassitari ecc.) che possano arrecare danno all’ambiente.

Per chiedere l’assegnazione di un Orto, bisogna essere residenti nel comune di Aversa o di Lusciano, avere un’età minima di 45 anni, con precedenza ai pensionati, disoccupati/inoccupati, percipienti misure di sostegno al reddito. Essere in grado di svolgere in modo diretto ed autonomo la coltivazione del fondo e non avere altri appezzamenti di terreno ad uso agricolo in proprietà̀ o altro titolo.

Possono fare domanda anche le associazioni di volontariato (OdV) o e le associazioni di promozione sociale (APS) per le quali sarà fatta una valutazione specifica a discrezione dei selezionatori. La manifestazione va inviata entro e non oltre le ore 14:00 del 18 ottobre 2021 alla casella di posta elettronica unfioreperlavita@legalmail.it o a mano presso la sede della Fattoria Sociale Fuori di Zucca Aversa.

Il progetto Fattoria della Salute A.S.S. che ha al centro delle sue attività proprio la realizzazione di un centro di agricoltura sociale e della salute in partenariato con il Consorzio Nco, la cooperativa sociale Terra Felix, prevede anche laboratori sperimentali con coinvolgimento per cinque giorni a settimana di persone con disabilità provenienti dai gruppi di terapia dell’Asl e dai trattamenti riabilitativi per persone autistiche con la collaborazione delle associazioni “La forza del Silenzio”, “Un Mondo Blu odv”, “Omnia Onlus”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna all'inizio della pagina

Rilevato blocco annunci

Considera l'idea di supportarci disabilitando il blocco degli annunci